Potabilizzazione dell'Acqua

Purificare l'acqua è fortemente raccomandato per tutte le fonti di approvvigionamento, principalmente per l'acqua di pozzo, di sorgente, ma anche per quella dell'acquedotto.

La qualità dell'acqua che esce dai nostri rubinetti non è sempre uguale, infatti subisce continui cambiamenti che possono pregiudicarne le qualità.

L'acqua di pozzo o di sorgente può subire inquinamenti microbiologici dovuti ad infiltrazioni o anche a seguito di piogge e temporali, mentre l'acqua proveniente dall'acquedotto potrebbe risultare insalubre perché la società di gestione ha variato la quantità di cloro immessa o perché l'invecchiamento delle linee idrauliche di distribuzione produce contaminanti che sono trasportati fino al punto d'uso.

Le sostanze che devono essere rimosse durante il trattamento di potabilizzazione possono essere Ferro e manganese presenti nell'acqua, Idrogeno solforato presente nelle falde o in aree vulcaniche, solfati presenti nelle acque profonde ed in zone ad attività termale, metalli pesanti, come antimonio, arsenico, piombo, originati dagli scarichi industriali; microinquinanti organici come idrocarburi, pesticidi e solventi; ammoniaca, nitriti, nitrati, ecc.

Inoltre le acque non trattate contengono anche forme di vita microbiologica come: plancton; miceti; protozoi; batteri banali e patogeni; virus, Giardia, Salmonella, Escherichia Coli.

L'utilizzo dei sistemi a raggi UVC è una valida soluzione per la disinfezione dell'acqua e per il trattamento di tutti questi elementi, garantendo il mantenimento delle caratteristiche organolettiche dell'acqua.

L'UV è un sistema che elimina il 99,99% dei batteri e dei virus, inclusi quelli che resistono al cloro senza alterare sapore e odore dell'acqua e ti permette di essere sicuro dell'acqua che bevi. I raggi UV sono attivi anche nei confronti dei virus. Inoltre non esiste attualmente alcun microrganismo resistente alla loro azione distruttrice, proprio per la profondità della sua azione.

L'UV è riconosciuto come metodo superiore, specialmente se equiparato con altri metodi di disinfezione, questo perché:

  • È molto sicuro. Non ci sono agenti chimici da dover maneggiare o tenere sotto controllo e il risultato è ottenuto in modo immediato.
  • Ha un costo di implementazione ed operatività molto basso.
  • E' "amico dell'ambiente". Non esistono sottoprodotti creati dal processo di disinfezione e quindi nessun rifiuto o residuo da dover essere smaltito.
  • Non cambia lo stato, il gusto, l'odore dell'acqua trattata ed è impossibile avere un "sovradosaggio" (come invece può avvenire con il cloro).
  • Non rimuove nessuno dei minerali nell'acqua e quindi ne mantiene le caratteristiche naturali e benefiche nonché il buon sapore.
  • Gli impianti sono molto facili da installare e mantenere efficienti.
  • E' compatibile con tutti gli altri metodi di trattamento dell'acqua come filtrazione, addolcimento, declorazione con Carboni attivi, anzi in quest'ultimo caso la legge stabilisce l'obbligatorietà dei sistemi UV poiché l'acqua risulta senza nessuna protezione antimicrobica.

Inoltre, la DISINFEZIONE CHIMICA (cloro) non funziona contro il Cryptosporidium e la Giarda, ed ha un effetto limitato sulla Pseudomonas Aeruginosa, senza considerare che cambia il sapore e l'odore dell'acqua in modo sgradevole e lascia sottoprodotti residui pericolosi per la salute.

Per dimensionare correttamente l’impianto è necessario conoscere:

  • La portata istantanea, cioè i litri al minuto che scorrono nella tubazione su cui dovrà essere inserito il debatterizzatore al momento del massimo utilizzo
  • La trasparenza UVT, cioè quanta resistenza offre l’acqua al passaggio dei raggi ultravioletti germicidi (253,7nm).

Nella maggior parte dei casi per conoscere questo ultimo parametro basta conoscere la fonte di approvvigionamento e se sono presenti sistemi di filtrazione meccanica.

Per avere maggiori informazioni non esitate a Contattarci

Consigli per l'acquisto, l'installazione e la manutenzione dei sistemi UV-C

Programma di manutenzione

Il programma di manutenzione periodica degli impianti a raggi UV-C consiste in:

  • Cambio delle lampade, circa una volta all’anno.
  • Sostituzione del quarzo ogni 2÷3 cambi lampada; non obbligatorio, ma consigliato.
  • Controllo periodico della pulizia dell'impianto, dei quarzi e della lampada UV. Da fare specialmente con acque particolarmente torbide, ricche di Sali o ad elevato grado di durezza.

Installazione del sistema

In figura è evidenziato un metodo di installazione tipico per il sistema UV-WATER; si consiglia di prevedere un filtro di pretrattamento prima del sistema UV, seguito dal bypass per avere la possibilità di deviare l'acqua in caso di emergenza.

UV-WATER permette la sostituzione della lampada UV senza la rimozione del quarzo, quindi senza dover chiudere l’acqua e svuotare il debatterizzatore.

Legenda:

A Valvola di campionamento Entrata : consente il campionamento dell'acqua che entra dalla camera di irraggiamento.

B Valvole di intercettazione: vengono chiuse nel caso in cui deve essere fatta manutenzione all'apparecchio.

C Valvola di intercettazione bypass: Aperte per fornire l'acqua di emergenza nel caso in cui il sistema UV-WATER non sia disponibile o non utilizzato (importante !! Ricordarsi di chiuderli quando si usa l'apparecchio UV).

D Valvola di campionamento USCITA: consente il campionamento dell'acqua che esce dalla camera di irraggiamento UV, analisi necessaria per confermare che l'acqua trattata è di qualità adeguata.

E Camera di irraggiamento: realizzata in acciaio inox AISI 304 (AISI 316 su richiesta) lucidato a specchio sia all'esterno che all'interno, caratteristica che assicura una migliore riflessione dell'irraggiamento UVC aumentando l'efficacia del sistema. La camera INOX è attraversata in senso longitudinale da una guaina di quarzo puro che contiene il tubo UVC; il quarzo ha la funzione di isolare la lampada UVC ed è trasparente ai raggi ultravioletti, che irradiano l'acqua disinfettandola.

F Filtro di pretrattamento: Affinché il sistema UV-WATER funzioni in modo efficace, l'acqua che raggiunge la camera di irraggiamento deve soddisfare determinati parametri qualitativi.

L'apparecchiatura di pretrattamento deve essere installata PRIMA della camera UV.

I sistemi di pretrattamento possono essere composti da uno o più dei seguenti elementi: filtri per sedimenti; filtri al carbonio; sistemi di rimozione del ferro; addolcitori d'acqua; filtri per la riduzione delle cisti, ecc

Caratteristiche minime della qualità dell'acqua

Ferro: < 0,3 ppm (0,3 mg/l)
Durezza: < 120 ppm
% UVT : > 75% (inviate un campione c/o ns sede e avrete la misurazione gratuita dell'UVT)